Chi siamo

La casa editrice per ragazzi Beisler Editore è stata fondata a Roma nell’autunno del 2002 da Ulrike Beisler (direttrice editoriale) e da Corrado Cirielli (marito e socio).

Ulrike Beisler, tedesca di Monaco di Baviera, laureata in Letteratura tedesca, Letteratura comparata e Filosofia, ha maturato una lunga esperienza lavorativa all’interno di diverse case editrici in Germania, a Baltimora (USA), dove ha vissuto per alcuni anni insieme al marito, e poi in Italia, dove si è stabilmente trasferita nella seconda metà degli anni ’90.

Perché una casa editrice per ragazzi?

L’idea e il desiderio di dar vita a una casa editrice per bambini e ragazzi è maturata agli inizi del 2000, un periodo di fermento culturale, in cui erano ancora pochi gli editori indipendenti specializzati in letteratura per l’infanzia e per l’adolescenza, ma nell’aria si respirava una consapevolezza nuova, una volontà di cominciare a progettare albi illustrati e libri di qualità mirati ai bambini-ragazzi.

Ulrike Beisler
Ulrike Beisler

Beisler Editore ha iniziato la sua avventura pubblicando due titoli all’anno: un albo illustrato e un romanzo. Pochi ma minuziosamente scelti. Sin dai primi anni si è distinta per la cura e la serietà delle sue proposte:

“Pubblico i libri che vorrei leggere se fossi bambina o adolescente, e penso che i ragazzi e le ragazze siano una meravigliosa, unica, enorme risorsa. Conoscerli non è facile, educarli è difficile ma un buon libro di sicuro aiuta. L’importante è che dentro ci sia almeno una passione”
(Ulrike Beisler)

Nel frattempo la casa editrice è cresciuta e sono salite a bordo nuove compagne di viaggio: Sabrina Sellini è arrivata nel 2011 ed è la mano destra e anche sinistra – insomma l’angelo custode – dell’ufficio. E da dicembre 2017 c’è Francesca Tamberlani che si occupa dell’ufficio stampa.

Così il catalogo della casa editrice si è ampliato, facendosi apprezzare per l’attenzione e la cura editoriale, e per la scelta di pubblicare storie, prevalentemente di provenienza nord-europea, scritte e illustrate da autori di altissimo profilo.

Premi e riconoscimenti ottenuti

La qualità della proposta editoriale è confermata dai tanti premi e riconoscimenti ottenuti fino a oggi. Non a caso è stata definita la casa editrice con il più alto numero di premi vinti in rapporto al numero di titoli a catalogo:

  • Desperado“, di Ole Könnecke, vincitore del Premio Andersen 2020 come miglior libro 0/6 anni
  • La sfida di Anton“, di Gudrun Sketting, Finalista al Premio Legambiente 2019-2020 (sezione narrativa)
  • Desperado“, di Ole Könnecke, finalista al Premio Scelte di Classe 2019-2020 (3-5 anni)
  • La Signora Lana e il profumo della cioccolata“, di Jutta Richter, finalista al Premio Scelte di Classe 2019-2020 (narrativa 8-10 anni)
  • Dirk e io“, di Andreas Steinhöfel, Vincitore del Premio Letteratura Ragazzi Fondazione Cassa di Risparmio di Cento 2018 (sezione scuola primaria), Finalista Premio delle Biblioteche di Roma Scelte di Classe 2017, Finalista Premio Legambiente 2018-2019
  • Lena, Trille e il mare“, di Maria Parr, Finalista Premio Strega Ragazzi 2019
  • Le avventure di Lester e Bob“, di Ole Könnecke, Premio Scelte di classe 2016 e Premio Orbil 2016 (narrativa 6-9 anni)
  • Io sono soltanto una bambina” di Jutta Richter, Finalista Premio Strega Ragazzi 2018, Finalista Premio delle Biblioteche di Roma sezione ragazzi 2016
  • Cuori di Waffel” di Maria Parr, Finalista Premio Strega Ragazzi 2016 e Premio Andersen 2015 Libro dell’Anno e Miglior Libro 9-12 anni
  • L’isola di Arcangelo” di Luisa Mattia, Finalista Premio Gigante delle Langhe 2016 e Finalista Premio Legambiente 2016
  • Nel paese dei libri” di Quint Bucholz, Premio Letteratura Ragazzi Fondazione Cassa di Risparmio di Cento 2015
  • Io sono soltanto un cane“di Jutta Richter, Finalista Premio Scelte di classe 2014
  • Rico, Oscar e il Ladro Ombra” di Andreas Steinhöfel, Premio Scelte di Classe 2013, Premio Andersen 2013 Miglior Traduzione, Premio Legambiente 2014
  • Camillo è il più forte di tutti“, Ole Könnecke, Selezione Premio Nati per leggere 2014
  • Tortintavola” di Thé Tjong-Khing, Premio Luzzati 2012 per l’illustrazione
  • Il regalo nero” di Dolf Verroen, Premio Legambiente 2011 e Premio Città di Bella 2011
  • Il ragazzo che non mangiava le ciliegie” di Sara Weeks, Finalista Premio Legambiente 2008
  • Il gatto venerdì” di Jutta Richter, Premio Andersen 2007
  • La ragazza Chissachì“di Sara Weeks Finalista Premio Ungari Unicef 2007, Premio Gigante delle Langhe 2007